PRATO
59100 - Via G. Catani, 37
FIRENZE
50132 - Via Masaccio, 191
MILANO
20121 - Via Montenapoleone, 8
NEW YORK
Desk USA 10022 - Wall Street, 14

LO STUDIO

LEGALAB è uno studio legale che fornisce ai propri Clienti un’assistenza completa nelle materie del diritto civile e del diritto amministrativo, nonché in tutti i settori del diritto d’impresa, dal diritto commerciale societario e fallimentare, al diritto contrattuale, nazionale ed internazionale, al diritto del lavoro, al diritto immobiliare, al diritto bancario. La vocazione internazionale, vista la globalizzazione delle relazioni industriali ed economiche, è stata fin dalla fondazione uno dei tratti caratteristici dello Studio.

 AREE DI ATTIVITÀ

Diritto d’Impresa
Internazionalizzazione d’Impresa
Diritto civile e settori contigui
Diritto del lavoro e delle relazioni industriali
Diritto fallimentare
Diritto industriale e concorrenza sleale
Diritto bancario
Diritto amministrativo
Recupero Crediti
Medical Malpractice
Real Estate

ULTIME PUBBLICAZIONI E NEWS

NOVITÀ CODICE DELLA CRISI E DELL’INSOLVENZA

In considerazione dell’entrata in vigore, a far data dal 15.07.2022, del nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza si riport

NUOVE MISURE PER GREEN PASS E QUARANTENE

Il Consiglio dei Ministri, in data 29.12.2021, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speran

IN VIGORE IL C.D. SUPER GREEN PASS

Con il D.L., 26 novembre 2021, n. 172 (in vigore dal 27.11.2021), il Consiglio dei Ministri del “Governo Draghi” è intervenu

GREEN PASS OBBLIGATORIO DAL 15.10.2021

Con il D.L., 21 settembre 2021, n. 127 (in vigore dal 22.09.2021), il Consiglio dei Ministri del “Governo Draghi” è interven

LA TASSATIVITÀ DELL’AMMISSIONE AL PASSIVO CON RISERVA EX ART. 96, N. 3, L.F.

L’APPLICAZIONE DELL’ART. 96, N. 3, L.F. RICHIEDE TASSATIVAMENTE L’ESISTENZA DI UNA SENTENZA NON PASSATA IN GIUDICATO CON ACC

RESPONSABILITÀ AGGRAVATA: IL TRIBUNALE DI PRATO CHIARISCE I REQUISITI PER LA CONDANNA AI SENSI DEL TERZO COMMA DELL’ART. 96 C.P.C.

LA RESPONSABILITÀ AGGRAVATA EX ART. 96, C. 3, C.P.C. NON RICHIEDE LA PROVA DEL DANNO, MA LA MALA FEDE O COLPA GRAVE DEL SOCCOMBEN